Archivi tag: vita

DOPPIO LAVORO, DOPPIA IDENTITÀ

Leggendo i post qui e la in questo blog mi sono reso conto che c’è molto di noioso, privato e forse anche patetico (come credo sarà questo articolo). Ma ho bisogno di scriverlo e quindi lo faccio 🙂

20121030-164752.jpg

Un Harvey Dent dalla serie animata di Batman. Design del mitico Bruce Timm

È una questione di osmosi o forse di empatia. I fumetti sono la mia vita e come la mia vita sono costretti a subire gli alti e bassi e spesso, controvoglia, a essere messi da parte. Affitto, lavoro, convivenza, guadagni assenti, molte volte mi hanno obbligato a fare delle scelte che mi hanno allontanato dai fumetti, talvolta anche inconsciamente. Però nonostante tutto, nonostante le difficoltà e anche ai tentativi di scelte drastiche, non ci posso fare niente, qualcosa ciclicamente si muove e mi riporta in campo.

Ho fatto molte cazzate di cui mi sono pentito, lasciato progetti che mi assicuravano una pubblicazione come Madadh (nello specifico il quarto volume) a cui sono particolarmente legato e che ho purtroppo dovuto interrompere in corsa a causa, appunto, di affitto e simili. Ho lasciato in sospeso contatti preziosi oltreoceano che chiunque avrebbe saputo sfruttare meglio (ma che per fortuna non ho perso). Insomma ultimamente i “bassi” hanno creato un po’ di problemi e mi hanno tenuto lontano dal fumetto facendomi anche smettere di crederci.

Però io sono un fumettista. Lo dico più a me stesso che ad altri perché più mi allontano e più mi convinco di non crederci, più mi manca. Insomma per l’ennesima volta che mi sono allontanato, questa è l’ennesima volta che dico “sono tornato”. Lo spirito ora però è diverso: prima cercavo di compiacere il mercato, la vendibilità delle mie pagine, adesso invece farò di tutto pur di “lottare” per una mia identità artistica, per compiacere me stesso, poi se a qualcuno piaccio (come è successo fino ad ora) allora le cose cominceranno a decollare definitivamente. Non significa essere il classico artista incompreso. Odio quel tipo di persone. Però non voglio essere sopraffatto dall’idea di dover essere come vogliono gli altri ma di sostenere la mia strada.

Per ora comunque sono costretto a gestire una situazione di doppia vita e di doppia identità. Di giorno in ufficio e di notte al tavolo da disegno. Alla fine non credo di essere l’unico e tutto sommato potrebbe essere una condizione che mi costringe a ottimizzare il tempo.

Per la serie guardiamo il lato positivo 🙂

Contrassegnato da tag , , ,