Archivio mensile:novembre 2007

Per la serie: “IL MIO AMICO TAVOLO DA DISEGNO…

… Si, e forse l’unico.”

Mamma mia però, che sogno.

A VOLTE RITORNANO

Lo so questo post spiazzerà qualcuno.

Premessa: dopo aver passato due settimane di disegno compulsivo, anarchico e per questo poco o nulla produttivo a livello di obiettivi, mi appresto a cominciare il mio famoso progetto (forse ne ho parlato tra le righe in qualche vecchio post). Ora sono in fase di difinire l’arco narrativo: mi sto scrivendo il soggetto insomma, a grandi linee. E poi si parte con la sceneggiatura e infine i disegni, almeno delle prime sei \ dieci tavole per offrire una proposta abbastanza concreta.

Perchè ho detto che questo post spiazzerà qualcuno? Beh perchè mi piace scrivere e l’idea di fare lo sceneggiatore di professione non l’ho mai abbandonata da quando (tre anni fa circa) mi sono cominciato ad avvicinare. Dal blog non sembrerebbe visto che fondamentalmente è una vetrina delle cose che faccio. Cose da disegnatore… Ma quando ho iniziato a (ri)pensare alla storia mi è tornata la voglia di scrivere e soprattutto il divertimento nel farlo.

Bene, voi direte, che cazzo ti passa per la testa deficiente indeciso cronico. Infatti se il fumetto è composto da due grossi passaggi creativi (sceneggiatura e disegno) io ho la sfortuna di essere innamorato di entrambi e di non poter scegliere dove andare. Si perchè io non so scegliere, ma sono una persona che ha bisogno di fare delle scelte (facile no?). Molti mi dicono che questa non è una sfortuna: “Sai scrivere, sai disegnare… che problemi ci sono, ti scrivi e ti disegni…” Si ok, ma dove potrò mai andare come autore completo qui in Italia?

Forse mi pongo troppi problemi. Due i più grossi: 1) la cosa che più mi blocca nel prendere la strada da sceneggiatore è la poca valenza che la sceneggiatura prende nel mondo del fumetto. Disegno disegno e disegno… certi neanche si immaginano che esista un passaggio di sceneggiatura. Quando supererò questo immaturo blocco mentale, il blocco del non vedere la propria cosa finita (perchè la sceneggiatura è solo un passaggio in effetti) allora potrò pensare di propormi solo come sceneggiatore. 2) L’altro blocco è un problema mooooolto più profondo: disegno da quando avevo 7 o 8 anni (ho avuto un periodo di stop nell’adolescenza dai 15 ai 18/19 anni, strano vero?) . Abbandonare il disegno sarebbe un delitto nei confronti della mia identità storica e personale. Non solo, ma quando so cosa voglio disgnare la voglia e il divertimento mi viene. Certo faccio difficoltà ad immaginarmi come un disegnatore puro: devo disegnare SEMPRE in funzione di una storia, se no niente. Non mi viene.

Il problema nasce proprio qui. Fare o no l’autore completo è proporzionale a fare o no la fame per chi vuol fare tutto questo di professione. Sono convinto che per viverci bisogna riuscire a inserirsi in un circuito seriale o simile. Sia chiaro non mi farebbe schifo per niente trovarmi come sceneggiatore o disegnatore per qualche fumetto seriale, in uno studio o qualcos’altro del genere, ma c’è da fare i conti con la soddisfazione personale.

In tutto questo mi piacerebbe davvero sapere le impressioni di chi passa di qui. Per capire quanto e se il mio cervello è malato o se effettivamente la situazione è come la leggo io.

Beh è meglio che la smetto di sproloquiare, sto facendo solo brutta figura con i pochi che seguono questo blog mettendo a nudo le mie insicurezze. Ma ormai la frittata è fatta. Avevo bisogno di farla evidentemente.

Aspetto i vostri commenti. Almeno quelli dei (pochi) soliti.

TAVOLE NUOVE… già vecchie

Ecco.

Mi è arrivato lo scanner A3 e ora finalmente per scansionare due tavole non mi tocca più fare quattro scansioni e rimontarle in photoshop. Ora vado più tranquillo. Diretto.

Comunque ecco due matite di una cosa che sto provando a fare… mah…

venditore-di-anime_matite_2.jpg  venditore-di-anime_matite_3_edit.jpg

COLORANDO – CU CHULAIN

CU CHULAIN a colori. 

1: cu-chulain_colore-bozza_72dpi.jpg 2: cu-chulain_colore_web.jpg 3: cu-chulain_colore_lettering_72dpi.jpg

  

RECENSIONE 2

madadhcover.jpg

Altra recensione di MADADH scritta sul sito di Susanna Raule.

Ne approfitto per segnalare che il fumetto di MADADH uscirà probabilmente per dicembre, quindi chi passasse per di qua e fosse interessato all’acquisto, sappia che se non è ancora disponibile sul sito CUT-UP o sul sito del distributore PAN o nelle fumetterie, è dovuto a questo slittamento, visto che a Lucca era un’anteprima.

Comunque eccovi il link per la recensione della Raule: QUI

RECENSIONE

madadhcover.jpg

E’ uscita ieri (o l’altro ieri, ma comunque ora è on line) una recensione di Madadh su De:Code.

Un grazie ad Antonio Solinas (e anche a Matteo).

Ecco il link, MADADH. Buona lettura.

logo.gif

DISEGNANDO – CU CHULAIN

Ecco un’ illustrazione fatta più che altro per re-impratichirmi con il pennello. Questa è inchiostrata completamente con uno strumento fenomenale della Pentel, il Brush Pen. Funziona esattamente come un pennarello solo che ha delle vere setole di pennello al posto della punta e ha delle cartucce di inchiostro, invece che intingerlo nella boccetta. Si, ok, si perde un po’ della poesia dell’inchiostrazione, senza la boccetta, senza la scelta della china e del pennello giusti, ma con questo si ha molta piu coninuità sul lavoro non dovendo interrompere per intingere. Ecco qui il Brush Pen:

gfkp31.jpg

Comunque, era piu di un anno che non inchiostravo con il pennello e sinceramente considerando che il Pentel ha una grossezza abbastanza importante, mi ritengo decentemente soddisfatto di quello che ne è uscito (come inchiostrazione).

Lui è Cu Chulain uno dei personaggi di Madadh, uno dei mieie preferiti. Non posso dirvi altro di lui se no vi rovino la lettura del fumetto. Anyway, ecco le matite e poi gli inchiostri del nostro Cu:

cu-chulain_matita_web.jpg cu-chulain_ink_blog.jpg

Enjoy 😉

DA DOMANI

Il dopo Lucca.

Domani ricominco i corsi all’AAG, Accademia delle Arti Grafiche, nella sezione fumetto base per i Junior. Quest’anno mi si è aggiunto un nuovo corso per i ragazzi in età da scuola media. Sarà un’esperienza strana per me. Sono uno abbastanza timido e non so mai come approcciarmi a chi è molto (11, 12 anni circa) più piccolo di me. Ma stranamente sono emozionato e in senso positivo… sarà una nuova esperienza e credo che il primo a imparare sarò sicuramente io.

A breve un po’ di cose nuove. Da ieri mi sono rimesso al tavolo. Ora ho deciso di fare sul serio. Tra mille indecisioni sullo scrivere o disegnare ho deciso di dedicarmi in quello che ho sempre sognato di fare e che Madadh ha dato l’illusione di avverarlo: disegno. Certo che per disegnare qualcosa che non siano schizzi senza senso, in assenza di sceneggiatore al momento, e in attesa che arrivi Tommaso con il secondo numero di Madadh, qualcosa in ambito “storia” devo pur considerarlo. Allora credo che prenderò in mano un mio vecchio progetto su cui faro delle prove per esercitarmi, poi chissà che a qualcuno piaccia il progetto intero per la legge del “non si sa mai”. Ah, il titolo è “Il venditore di Anime”, ma è ancora un Work in Progress piuttosto confusionato (soprattutto a livello di storia).

Chiudo qui.

MADADH

E’ arrivato.

madadhcover.jpg

Tutti pronti a comprarlo! Perchè? Perchè secondo me merita davvero, e non lo dico perchè io faccio parte del progetto (non è da me elogiarmi, anzi i miei disegni mi fanno una strana impressione stampati nell’albo). E’ bella la storia, sono belli i disegni, è curato e ben editato, albo bello e corposo (96 pagine in b/n).

La storia, scritta da Tommaso Destefanis: Buia una ragazza di 18 anni si ritrova a dover salvare la sua giovane e sbandata mamma dalle grinfie della malvagia regina di Tir-Nan-Og, l’isola nel mare dei sogni, ma scoprirà che il suo coinvolgimento va ben oltre a questo. Un fantasy moderno, ricco di riferimenti leggendari, dai dialoghi scoppiettanti sulla scia di Fables e affini made in Vertigo DcComics.

Capitolo 1, di Tommaso Destefanis e Michele Bertilorenzi.

ep1.jpg

Capitolo 2, di Tommaso Destefanis e Francesco Trifogli.

 madadh__artist__trifogli_by_madadh_comic.jpg

Capitolo 3, di Tommaso Destefanis e Alberto Massaggia (io).

episodio-03-tavola-20-copy.jpg episodio-03-tavola-19-copy.jpg

Capitolo 4, di Tommaso Destefanis e Matteo Scalera.

ep4.jpg

Buona lettura e divertitevi 😉